Un intervento dedicato per la verifica ed il ripristino dell’illuminazione di piazza Castelforte. Gli operatori di AMG Energia lo hanno concluso ripristinando il funzionamento di due dei tre pennoni equipaggiati con proiettori che illuminano la piazza con la riparazione di una fase in corto circuito. Un altro intervento è stato completato in centro storico nella zona tra via Calderai, via Ruggero Mastrangelo e vicolo Mastrangelo: con l’ausilio della piattaforma elevatrice sono state ripristinate 6 lanterne artistiche in via Calderai, con la sostituzione di reattori e lampade, e altri 5 punti luce nelle strade limitrofe.

E' stata inaugurata oggi pomeriggio la nuova sistemazione di piazza Noce, dove nelle ultime settimane si è proceduto al rifacimento della pavimentazione, alla sistemazione del verde, alla rimozione della cancellata che racchiudeva la stele votiva dedicata alla Madonna, collocando inoltre una nuova illuminazione ed un impianto di wi-fi gratuito fornito dalla rete comunale.
Presenti all'inaugurazione il Sindaco, il Vice Sindaco, il parroco della Chiesa del Sacro Cuore di Gesù, Padre Salvatore Lo Curto, nonché i responsabili di tutti gli uffici e delle aziende comunali che hanno collaborato ai lavori.
"E' un momento importante per il quartiere - ha detto il Sindaco - perché questa piazza è davvero il cuore vivo della Noce. Questo intervento di sistemazione, piccolo ma significativo è il risultato di un lavoro tutto interno al Comune, senza appalti esterni e grazie alla dedizione di personale e uffici, cui va tutta la nostra gratitudine.
Oggi consegnamo questo spazio alla cura dei cittadini della Noce, ai commercianti della piazza e ai tanti che qui potranno venire e vivere uno spazio di socialità."

Il Vice Sindaco ha sottolineato come "ora la piazza sarà ancora più fruibile e fruita dai cittadini del quartiere, potrà essere un luogo di incontro per le famiglie, per i giovani, per tutti coloro che vogliono vivere gli spazi comuni. Un grande ringraziamento va rivolto a chi all'interno del quartiere ha fortemente voluto questa riqualificazione, alle scuole della zona, ai commercianti ed alle associazioni che operano in questa area della città.
Sono ovviamente grato al Coime che ha curato i lavori principali, così come alla SISPI e ad AMG che hanno dotato la piazza rispettivamente dell'impianto wi-fi free e di quello di illuminazione. Un grazie infine alla Reset, i cui operai hanno collaborato ai lavori di abbellimento della piazza che da oggi torna ad essere uno spazio di tutti e per tutti."
Per il Presidente della V Circoscrizione Fabio Teresi, "Piazza Noce torna a rivivere. Avevamo promesso che si sarebbe realizzato questa riqualificazione ed è stato fatto.
Continuano quindi gli interventi nei nostri quartieri, convinti come siamo che la cura del bello può far vivere meglio i nostri concittadini."

AMG Energia al lavoro sugli impianti di illuminazione nella zona di Mondello e di Partanna Mondello. Tornano in funzione gli impianti di illuminazione della zona compresa fra le vie Palinuro, Galatea e Cavarretta: gli operatori di AMG Energia Spa hanno riparato un guasto, causato da un calo di isolamento, e riacceso oltre 50 punti luce. Altro intervento è stato eseguito su un tratto di cavo di media tensione che alimenta la zona di via Amarilli-Polibio a Partanna Mondello, riaccendendo in questo caso 30 punti luce. L’intervento è stato eseguito su un giunto del cavo, alimentato dalla cabina Polibio, dove si era verificato il guasto: per il ripristino è stato necessario il supporto di una squadra edile che ha effettuato uno scavo per rintracciare il tratto di cavo in disservizio e sostituirlo, consentendo la riattivazione di 30 punti luce. Lavori in corso oggi anche in via dei Lillà per il ripristino di altri 15 punti luce.   

“Gli impianti di questa zona, realizzati negli anni Sessanta, sono tra i più datati della città - spiega l’amministratore unico di Amg Energia Spa, Mario Butera - e hanno, quindi, di gran lunga superato da tempo la cosiddetta “vita tecnica utile”. Sono inoltre soggetti a condizioni ambientali non favorevoli, dall’azione corrosiva della salsedine alla presenza di umidità e allagamenti. Nell’attesa dell’attivazione dei nuovi impianti in corso di realizzazione da parte del Comune, i nostri interventi sono costanti in modo da garantire, quanto più è possibile, continuità di servizio ed evitare disagi ai residenti”.  

E’ in corso, infine, la riparazione di un guasto sul circuito che alimenta l’illuminazione di piazza Vittorio Veneto e del monumento ai caduti.

Palermo 28 maggio 2019

Al via Ri-Genera Palermo, terzo Festival dello sviluppo sostenibile che si è aperto ieri pomeriggio ai cantieri Culturali alla Zisa e che si svolge in contemporanea anche in altre città italiane. La manifestazione nasce dalla collaborazione di vari enti ed istituzioni, dal Comune di Palermo alle società partecipate AMG Energia, Amat, Rap, Sispi, dall’Asp 6 all’Arnas Civico, dall’Università di Palermo al centro Amazzone e ad alcune scuole superiori cittadine.

Ad inaugurare la manifestazione il dibattito sul tema “La città visibile” per discutere di rigenerazione urbana, economica, sociale, ambientale partendo dal racconto dei risultati concreti raggiunti all’interno dell’idea della città, come ha spiegato l’assessore all’Urbanistica, mobilità e ambiente del Comune di Palermo, Giusto Catania nel suo intervento. “Va ribaltato il paradigma della città fondata sul concetto di sviluppo scriteriato - ha detto - che ha portato a cementificazione, costruzione di strade e palazzi, a pianificazione senza attenzione reale alla cultura e alla storia di Palermo e pensare invece in termini di decrescita. Tre le linee guida: pianificazione, progettazione ed educazione che è un passaggio decisivo, è l’azione massiccia di educazione al cittadino che spetta alle istituzioni”. 

Nel suo intervento l’Amministratore unico di AMG Energia Spa, Mario Butera ha parlato della cabina di regia a cui si sta lavorando con il Comune di Palermo: la società sarà impegnata sul fronte dell’energia per dare a Palermo una veste futura da questo punto di vista. “Le linee su cui stiamo lavorando - ha sottolineato - sono quelle della solarizzazione con la verifica delle potenzialità degli edifici, una progettazione più vasta relativa al fotovoltaico e la produzione di biometano a Bellolampo legata ad un aumento del conferimento di frazione organica da raccolta differenziata. La parola chiave è “fare sistema”: è fondamentale la collaborazione e l’integrazione fra le partecipate e che il Comune metta a sistema le disponibilità economiche anche legate a fondi europei”. 

“La Rap è già in sintonia con l'Amministrazione comunale e le consorelle -  ha aggiunto Nicola Gervasi, direttore dell'Area Risorse Umane della Società Rap – dato che nel suo piano industriale ha già previsto investimenti per il recupero di energia dall'organico e per economizzare i costi per lo smaltimento del percolato. Tutte azioni - conclude - che ovviamente saranno sinergiche alla diffusione capillare dei Centri Comunali di Raccolta (CCR) per l'obiettivo principe dell'aumento della Raccolta Differenziata”. Un contributo molto interessante lo ha fornito Federico Butera, professore emerito del Politecnico di Milano e presidente della storica Azienda municipale del gas, oggi AMG Energia, negli anni Novanta. La visione di “Palermo sostenibile 2050” non può prescindere da un’analisi attenta del metabolismo della città, che è lineare e va trasformato in circolare, e alla sua impronta ecologica: tali indicatori, infatti, dicono che sull’inquinamento cittadino, oltre che le emissioni del traffico e degli edifici, per il 40% incidono i consumi alimentari, legati all’attuale agricoltura che ha alte emissioni inquinanti e consumo di acqua, ma pure alla mancanza di organizzazione dei servizi nei quartieri perché siano facilmente accessibili anche a piedi, a cominciare dai negozi di prossimità. “Palermo deve integrare il ciclo di energia, acqua, rifiuti e metterli, assieme alla mobilità sostenibile, in una smart grid – ha detto -. Significa che le aziende partecipate devono interagire continuamente ed essere coordinate da un’unità di pianificazione strategica ambientale a livello comunale”.    

Prende il via domani, 22 maggio, il terzo Festival dello sviluppo sostenibile Ri - Genera Palermo per una Ri-Generazione Urbana, Sociale, Economica, Ambientale. Il Festival si svolgerà presso i Cantieri Culturali alla Zisa sino al 28 maggio 2019 in contemporanea con le altre città italiane. Questa terza edizione del Festival lancia l’appello “mettiamo mano al nostro futuro”, per invitare tutti a partecipare alla costruzione di un mondo sostenibile.

Questo sito utilizza cookie di navigazione e/o di sessione. Inoltre sono presenti cookie di terze parti permanenti di tipo analytics utilizzati per fini di ottimizzazione del sito e cookie legati alla presenza dei “social plug-in”. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa. Se accedi acconsenti all'uso dei cookie.