Centottantamila euro per interventi di manutenzione straordinaria sugli impianti di pubblica illuminazione, per la riattivazione di impianti di illuminazione e la ricollocazione di pali dismessi per ragioni di sicurezza.

La Giunta comunale ha effettuato un prelievo dal fondo di riserva per finanziare l’esecuzione da parte di AMG Energia di interventi di manutenzione straordinaria urgenti. Si tratta di lavori su impianti di illuminazione tra i più datati presenti in città (in buona parte sono stati costruiti negli anni Settanta), in cui si sono evidenziati ingenti guasti – dovuti soprattutto alla presenza di cavi vetusti che hanno esaurito la loro vita utile –: tali impianti sono stati disattivati dagli operatori di AMG Energia per ragioni di sicurezza, non presentando più le condizioni indispensabili per funzionare, e verranno ripristinati con interventi straordinari che sono stati autorizzati dal Comune, proprietario degli impianti di illuminazione cittadini. Con il prelievo verrà finanziata anche la ricollocazione di più di 30 sostegni di pubblica illuminazione. “È un piccolo ma significativo gruppo di interventi per ripristinare condizioni di migliore vivibilità e sicurezza in tante aree della città - sottolinea il Sindaco Leoluca Orlando -. Un primo intervento che vogliamo replicare al più presto trovando nuovi fondi da destinare a questo tipo di manutenzioni”.

Il programma degli interventi è stato concordato oggi, nel corso di una riunione fra l’assessore alla Rigenerazione urbana, Maria Prestigiacomo, il Direttore generale di AMG Energia, Dario Allegra, il dirigente della Direzione Pubblica illuminazione ed Energia, Vincenzo Gagliardo e i tecnici comunali e della società partecipata.  

Ecco gli interventi di manutenzione straordinaria che verranno finanziati con il prelievo dal fondo di riserva.

-riattivazione circuiti Messina Marine-Ficarazzi 1 e 2 in uscita da Cabina Acqua dei Corsari: sostituzione di un tratto di cavo vetusto per riattivare entrambi i circuiti che alimentano gli impianti di illuminazione e riaccendere di 150 punti luce;

-riattivazione circuito Papireto-Amedeo 2 in uscita da Cabina Marmi: sostituzione di un tratto di cavo vetusto necessario per la riattivazione di un circuito e la riaccensione di 80 punti luce;

-riattivazione circuito Strasburgo 2 in uscita da Cabina Collodi: sostituzione di un tratto di cavo vetusto per riattivare un circuito e ripristinare il funzionamento di 70 punti luce;

-riattivazione circuito Fante/Leoni lato stadio in uscita da cabina Favorita: sostituzione di un tratto di cavo vetusto. Consente la riattivazione di un tratto di circuito e di 7 punti luce.

-riattivazione circuito Sferracavallo-Manderino-Tritone 1 in uscita da Cabina Tommaso Natale: sostituzione di un tratto di cavo vetusto necessario per la riattivazione di un circuito e la riaccensione di 40 punti luce;

-ripristino di 4 punti luce a Villa Sperlinga

Sempre con attività di manutenzione straordinaria, con tali fondi verrà finanziata la ricollocazione di più di 30 sostegni rimossi da AMG Energia durante le verifiche su sicurezza e stabilità, a tutela della pubblica incolumità. Adesso si procederà alla loro ricollocazione secondo le priorità che verranno indicate dal Comune.     

“I nostri uffici sono già al lavoro per trovare soluzioni tecniche e finanziarie per altri importanti interventi - affermano gli assessori alla Rigenerazione urbana Maria Prestigiacomo e al Bilancio Roberto D’Agostino -. Per questo si sta lavorando per verificare la possibilità di una rimodulazione del PON complementare che ha disponibilità di somme cospicue che vorremmo imputare anche sulle manutenzioni ed il miglioramento dell’illuminazione pubblica”. “Si tratta di interventi straordinari importanti per ripristinare illuminazione e sicurezza in strade ad alta densità di traffico, come via Messina Marine – sottolinea l’amministratore unico di AMG Energia, Mario Butera -. E’ una risposta importante anche nei confronti dei cittadini, che ribadisce la sinergia necessaria fra amministrazione comunale e partecipate. Le nostre attività sono costanti ma spesso non sono risolutive di fronte a impianti ormai datati”.  

E’ stato nuovamente vandalizzato l’impianto semaforico a chiamata pedonale di viale Regione Siciliana all’altezza di piazzale Lennon (ex piazzale Giotto). A distanza di una settimana dal suo ripristino dopo un atto vandalico, sono stati distrutti quattro dei sei pulsanti a chiamata, che consentono l’attivazione della prenotazione per l’attraversamento dei pedoni nella corsia centrale e in quelle laterali di viale Regione Siciliana.

Gli operatori di Amg Energia hanno scoperto il nuovo atto vandalico stamattina. In questo momento l’impianto è in funzione in modalità automatica: garantisce periodicamente lo stop dei mezzi per consentire l’attraversamento dei pedoni, ma non è possibile effettuare la prenotazione.

AMG Energia ha presentato una nuova denuncia contro ignoti. L’atto vandalico è l’ultimo di una lunga serie: tutti i pulsanti del semaforo sono stati trovati vandalizzati lunedì scorso e sono stati immediatamente ripristinati, ma l’impianto era stato danneggiato altre sei volte ad agosto. “Abbiamo presentato una nuova denuncia – afferma l’amministratore unico di AMG Energia Mario Butera –. Ad oggi il semaforo è stato vandalizzato otto volte ed è inaccettabile, anche perché si danneggia un impianto importante per la sicurezza dei pedoni in un attraversamento molto pericoloso. Stiamo studiando una soluzione che possa evitare il ripetersi di tali atti”.

Palermo, 1 ottobre 2019

Ripristinato l’impianto semaforico a chiamata pedonale di viale Regione Siciliana all’altezza di piazzale John Lennon (ex piazzale Giotto). Gli operatori di AMG Energia hanno collocato sei nuovi pulsanti, riattivando il regolare funzionamento dell’impianto: i pedoni possono prenotare lo stop delle auto per attraversare in sicurezza la corsia centrale e quelle laterali di viale Regione Siciliana.

Il semaforo è stato ripetutamente vandalizzato. Ad agosto è stato oggetto di sei atti vandalici e l’ultimo danneggiamento è stato messo a segno qualche giorno fa, quando sono stati distrutti i sei pulsanti che consentono l’attivazione della chiamata pedonale. “Adesso l’impianto è regolarmente in funzione e permette la chiamata pedonale in una zona ad alta densità di traffico dove la sicurezza è la priorità – sottolinea l’amministratore unico di AMG Energia, Mario Butera -. Il suo ripristino è anche un segnale di positività, dove l’obiettivo comune è il bene della città. Ci auguriamo che non venga più danneggiato”.  

Palermo, 25 settembre 2019

Due circuiti riattivati e oltre centosessanta punti luce riaccesi nella zona di Acqua dei Corsari e in quella di Borgo Nuovo. I due interventi rientrano nelle attività che AMG Energia ha in corso per il ripristino e la riattivazione di alcuni trasformatori delle cabine di pubblica illuminazione che si erano guastati e che sono stati riparati e appena riconsegnati. Un intervento in emergenza è stato eseguito, invece, in via Gino Zappa, nel quartiere San Filippo Neri, dove un quadro elettrico di bassa tensione vandalizzato è stato subito ripristinato. Contemporaneamente gli operatori del servizio verifiche della società hanno ultimato un intervento ad ampio raggio di manutenzione ordinaria dell’impianto di illuminazione del Giardino della Zisa.

E’ in corso l’intervento di ricollocazione di otto trasformatori a bobina mobile riparati. Si tratta di apparecchiature datate, espressione di un tipo di tecnologia che è stata abbandonata da buona parte delle città italiane: questo comporta difficoltà nel reperire i pezzi di ricambio e necessità di rivolgersi alle poche ditte specializzate ancora presenti in Italia per le riparazioni. Un trasformatore è stato sostituito in cabina Acqua dei Corsari, consentendo la riattivazione del circuito di media tensione Galletti/Pomara/Messina Montagne (80 punti luce) un altro in cabina Borgo Nuovo con la conseguente riattivazione di oltre 80 punti luce alimentati dal circuito di media tensione Caltagirone/Castellana. Sostituito e già riattivato anche il trasformatore a bobina mobile di cabina Pagliarelli: ripristinata in toto l’illuminazione della zona di via Altofonte, dove, per alcuni giorni, gli impianti erano rimasti in funzione a punti luce alternati. “Si tratta di attività non semplici e che richiedono tempi non rapidi, elementi che non sempre si riesce a rendere evidenti alla città cui viene reso il servizio - spiega l’amministratore unico di AMG Energia, Mario Butera -. E’ stato necessario, infatti, rimuovere e spedire i trasformatori alle poche aziende specializzate ancora presenti sul nostro territorio - esclusivamente in alcune regioni del Nord d’Italia - e poi attenderne la riparazione e riconsegna. Questo ha comportato tempi non brevi: ci scusiamo per i disagi sofferti dai cittadini con impianti in funzione a punti luce alternati”.

E’ stato ultimato, invece, l’intervento di manutenzione e revisione dell’illuminazione del Giardino della Zisa. E’ stato riparato un guasto e sono stati riaccesi 40 punti luce. Nell’ambito dell’intervento di ripristino è stata fatta una verifica ad ampio raggio dell’impianto, con la sostituzione di 40 lampade, 15 portalampade e 7 cavi montanti. Purtroppo sono stati dismessi, perché vandalizzati, 7 globi trasparenti collocati su pali. Infine, un intervento in emergenza è stato eseguito nel quartiere San Filippo Neri: gli operatori di AMG Energia hanno trovato vandalizzato il quadro elettrico che alimenta l’illuminazione di via Gino Zappa e traverse, per un totale di 15 punti luce. Lo hanno rimesso in funzione con un intervento tampone a cui seguirà il ripristino definitivo, in modo da garantire la continuità del servizio.

Palermo 24 settembre 2019

Vandalizzato l’impianto semaforico a chiamata pedonale di viale Regione Siciliana all’altezza di piazzale Lennon. Gli operatori di AMG Energia stamattina hanno trovato del tutto danneggiati e inutilizzabili i sei pulsanti a chiamata, che consentono il funzionamento dell’impianto pedonale con l’attivazione della prenotazione per l’attraversamento nella corsia centrale e in quelle laterali di viale Regione Siciliana. In questo momento l’impianto è in funzione in modalità provvisoria: garantisce periodicamente lo stop dei mezzi per consentire l’attraversamento dei pedoni, ma senza dare la possibilità di effettuare la prenotazione. L’impianto è stato danneggiato sei volte ad agosto, con atti vandalici che hanno riguardato, però, singoli pulsanti prontamente sostituiti dagli operatori della società. Adesso sono stati danneggiati contemporaneamente i sei pulsanti a chiamata del semaforo. “Stamattina è stata presentata denuncia contro ignoti – sottolinea l’amministratore unico di AMG Energia Mario Butera – ma la situazione è insostenibile. In poco più di un mese l’impianto, che si trova in una zona cruciale, ad alta densità di traffico, ed è fondamentale per la sicurezza di chi attraversa, è stato costantemente oggetto di vandalismi. Ad oggi sono stati distrutti 12 pulsanti e siamo stati costretti a continui interventi di riparazione. E’ un danno non solo per la nostra società ma che incide anche sulla sicurezza e la vivibilità della città”.    

Palermo, 23 settembre 2019

Questo sito utilizza cookie di navigazione e/o di sessione. Inoltre sono presenti cookie di terze parti permanenti di tipo analytics utilizzati per fini di ottimizzazione del sito e cookie legati alla presenza dei “social plug-in”. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa. Se accedi acconsenti all'uso dei cookie.