Avvisi

Il Cral dei dipendenti di AMG Energia in aiuto di tre associazioni che in città si stanno occupando di famiglie con forte disagio economico. Millecinquecento euro destinati all’acquisto delle colombe pasquali per il personale della società sono stati suddivisi fra l’associazione “Agisci Palermo Onlus”, il “Centro Arcobaleno” e la Caritas di Palermo. Le somme sono state già state inviate alle associazioni con la piena condivisione dei dipendenti di AMG Energia.  

“Il momento drammatico vissuto, segnato da troppi lutti e da troppa sofferenza ci ha portato a fare una riflessione - spiega il direttivo del Cral in una nota diffusa via posta elettronica a tutto il personale aziendale - Stiamo attraversando un periodo difficile per tutti, pensiamo soprattutto a quelle famiglie disagiate, con reddito basso o addirittura senza reddito. Il grido di aiuto arriva da ogni parte: non possiamo rimanere fermi aspettando sempre che siano gli altri a fare qualcosa”. Da qui la decisione di disdire l’approvvigionamento di colombe pasquali per i dipendenti: le somme destinate a questo acquisto e l’integrazione di altre risorse presenti nella cassa del Cral aziendale si sono trasformati in un gesto concreto di solidarietà e vicinanza a chi adesso ha più bisogno di aiuto e sostegno. Cinquecento euro sono stati già accreditati a ciascuna delle tre associazioni impegnate in città a favore di famiglie e soggetti che vivono un forte disagio economico. Un plauso all’iniziativa è arrivato dai vertici della società “E’ un bel gesto, un’iniziativa lodevole che testimonia l’appartenenza e il profondo radicamento della società, che ha più di cento anni di storia, nel territorio e la solidarietà dei suoi dipendenti”, sottolinea il presidente Mario Butera.

Palermo 14 aprile 2020

Da Mondello a Tommaso Natale a corso Calatafimi: sono oltre 400 i punti luce tornati in funzione questa settimana in seguito agli interventi di manutenzione ordinaria ultimati dagli operatori di AMG Energia sugli impianti di pubblica illuminazione. Si tratta di riparazioni che riguardano guasti su circuiti di media tensione e che quindi alimentano un maggior numero di punti luce.

Gli interventi più consistenti sono stati effettuati a Mondello e in corso Calatafimi. A Mondello è tornato in funzione il circuito di media tensione denominato “Marta Bonanno” che alimenta la zona della piazza di Mondello e quella a ridosso dell’hotel La Torre: complessivamente sono stati riaccesi 160 punti luce. “La zona di Mondello, dove sono presenti impianti ormai datati, è stata al centro delle nostre attività predisposte in seguito ai guasti provocati da piogge e allagamenti delle scorse settimane - spiega il presidente di AMG Energia, Mario Butera - La stessa attenzione è stata data alla zona di Sferracavallo-Tommaso Natale e, in generale, in questo momento di emergenza, la nostra società sta mettendo in campo il massimo impegno per garantire servizi essenziali alla città”. Sempre nella borgata marinara già dall’inizio della settimana erano tornati in funzione i punti luce della zona di Valdesi, del lungomare (viale Regina Elena) e della zona compresa fra via delle Palme-viale Principessa Mafalda-viale Principessa Giovanna. Un intervento importante è stato completato anche a Tommaso Natale, dove è stata ultimata una riparazione più complessa, che ha richiesto l’esecuzione di scavi, per il ripristino  del circuito di media tensione Costantino 2 e la riaccensione di 80 punti luce.

Riparazioni ultimate e impianti riaccesi in corso Calatafimi e traverse. Anche qui è stato definito un intervento di manutenzione ordinaria consistente, che ha riguardato il ripristino di due differenti circuiti, quello che alimenta i punti luce della zona di via Paruta e quello che alimenta gli impianti nella zona di via Pietrataglia, zone dove l’illuminazione era rimasta in funzione a punti luce alternati e dove sono stati riaccesi 160 punti luce. Intervento completato anche a Bonagia, in via Aloi, con il ripristino di 30 punti luce.

Gli interventi di riparazione sono in corso, invece, nella zona di via Sampolo (guasto il circuito Sampolo-La Marmora2), nella zona di via dei Nebrodi-viale Francia, nella zona di Bonagia (circuito Visone-Regione Siciliana) e nella zona di via Messina Marine e di Acqua dei Corsari: in tutti questi casi l’illuminazione è in funzione, laddove possibile, a punti luce alternati.

Palermo 9 aprile 2020

Un programma di 17 interventi che abbraccia tutta la città, dal centro alle periferie. AMG Energia mette in campo ulteriori attività relative alla manutenzione degli impianti di pubblica illuminazione della città, che si affiancano agli interventi in corso per la riparazione di guasti di ingente entità.

Si tratta di interventi di media portata, che riguardano spesso guasti circoscritti su piccole porzioni di circuiti, e di attività specifiche sulla componentistica che consentiranno di riaccendere, sulla base di questa prima calendarizzazione, 190 punti luce. La società partecipata del Comune, che si occupa a Palermo di servizi essenziali, distribuzione di gas e gestione della pubblica illuminazione, è pienamente operativa, nel pieno rispetto delle misure di prevenzione e sicurezza volte a contenere la diffusione dell’epidemia da Covid-19.

“Approfittando del cambio di orario e quindi della fascia più ampia di luce, abbiamo deciso di mettere in servizio ulteriori attività che non richiedono lavorazioni troppo complesse e che riguardano un numero limitato di punti luce, con una programmazione che tocca tutti i quartieri della città - spiega il presidente di AMG Energia, Mario Butera - Ringrazio tutti i lavoratori della società, che in questo momento così difficile stanno facendo la propria parte e dando il proprio contributo per garantire la piena operatività della società e i servizi resi”.

Gli interventi sono già in corso, ecco le zone interessate: via Sammartino (riaccensione 10 punti luce), via Girardengo-via Ascari allo Zen (riaccensione 10 punti luce), piazza Einstein (riaccensione 10 punti luce), via Borrello-Santangelo a San Lorenzo (20 punti luce), via Libertà (10 punti luce), piazza Castelforte (10 punti luce), via Guido delle Colonne nel quartiere Albergheria (10 punti luce),  Via Sacco e Vanzetti allo Sperone (10 punti luce), svincolo Pitré-viale Regione Siciliana corsia laterale lato monte (10 punti luce), via Tricomi (15 punti luce), via Miseno a Mondello (10 punti luce), via Emilio Salgari (10 punti luce), via Comandante Gulì (10 punti luce), via della Leva all’Arenella (10 punti luce), svincolo Calatafimi-viale Regione Siciliana circuito lato monte direzione Catania (10 punti luce), via Altofonte altezza piazza Pagliarelli (15 punti luce), piazza Kalsa (10 punti luce).

Palermo, 8 aprile 2020

Tornano in funzione gli impianti di illuminazione nella zona di via Evangelista di Blasi e traverse, nella zona di via Principe di Scordia e corso Scinà, di via Palinuro-Cavarretta-Galatea a Mondello e di Partanna Mondello. Sono questi alcuni degli interventi in cui sono state impegnate le formazioni di AMG Energia Spa: le attività già completate hanno consentito di riattivare oltre 300 punti luce. La partecipata del Comune, che si occupa di servizi essenziali, distribuzione gas e gestione degli impianti di pubblica illuminazione, è al lavoro dando la priorità, in ragione all’emergenza da Covid-19, alle attività più urgenti, soprattutto nel caso in cui i guasti riguardino un maggior numero di punti luce.

Gli operatori di AMG Energia hanno riparato il guasto che si era verificato sul regolatore elettronico della cabina di pubblica illuminazione “Bonvicino” che alimenta gli impianti della zona compresa fra via Evangelista di Blasi, Leonardo Ruggeri, Salvatore Riccobono, Ignazio Silvestri a ridosso di viale Regione Siciliana, consentendo la riaccensione di 80 punti luce. Si tratta del sistema di protezione e comando dei circuiti, fondamentale per il corretto funzionamento dei circuiti in partenza dalla cabina di pubblica illuminazione: su tali riparazioni complesse gli operatori del reparto Cabine della società hanno acquisito competenza specifica. “E’ il risultato di buone pratiche, che oggi, in piena emergenza epidemiologica, ci consente di intervenire, in molti casi in tempi rapidi e in piena autonomia, senza fare ricorso alle case costruttrici dei dispositivi”, spiega il presidente di AMG Energia, Mario Butera.

Un altro intervento urgente è stato effettuato per la riparazione di un dispositivo della cabina Fiera 1 ed è in corso il ripristino di uno dei due circuiti di media tensione “Montepellegrino”, che alimenta gli impianti della strada e, nello specifico, i punti luce della zona del mercato ortofrutticolo, area in questo momento ritenuta sensibile. Interventi di riparazione sono stati completati nella zona di via Principe di Scordia-corso Scinà, con la riattivazione di 30 punti luce, e a Mondello, nella vasta zona che abbraccia le vie Palinuro, Galatea, Cavarretta, Saline, Nettuno, Cloe, Ciane, del Glicine per un totale di 80 punti luce. Lavori appena ultimati anche nella zona di Partanna Mondello per la riparazione di un guasto su entrambi i circuiti che alimentano circa 160 punti luce, un disservizio molto probabilmente causato dagli allagamenti dei giorni scorsi. Operatori AMG al lavoro a Tommaso Natale, nella zona di via Costantino, dove è già stato ripristinato un circuito di media tensione ed è in corso la riparazione del circuito gemello, e ancora a Valdesi, sul circuito Colombo-Palme, e nella zona di Villagrazia sul circuito Villagrazia-Altofonte2. Tra le criticità, si è verificato il guasto di un circuito nella zona di corso Calatafimi-via Paruta: il funzionamento degli impianti per adesso è garantito a punti luce alternati, la riparazione è già in programma.

Palermo 2 aprile 2020

Un accordo di welfare aziendale con l’attivazione di una rete di solidarietà tra i dipendenti per scongiurare al momento il ricorso ad altri ammortizzatori sociali. È quanto è stato deciso da AMG Energia, società partecipata del Comune di Palermo che si occupa di servizi essenziali (distribuzione di metano e gestione della pubblica illuminazione), la cui attività non si è quindi fermata. L’intesa è stata firmata oggi dal presidente Mario Butera con le organizzazioni sindacali aziendali in modo da tutelare i 260 dipendenti della società in questo momento di emergenza per la pandemia da Covid-19. L’accordo, che intanto guarda sino al 21 aprile, si basa su una rete di solidarietà tra dipendenti, relativa alla cessione di ore di permesso da parte di chi è al lavoro in modalità agile e da parte degli operatori attivi nei servizi essenziali nei confronti dei dipendenti che in atto non possono essere riconvertiti a svolgere altre attività. Anche i dirigenti della società contribuiranno al monte ore come segnale di attenzione nei confronti del personale.

“E’ un segnale di grande attenzione per tutti i lavoratori in un momento di così pesante emergenza – dice il presidente Butera – e, nella nostra realtà specifica, di sofferenza delle altre società partecipate. L’azienda c’è, è chiamata ad un grosso impegno per garantire servizi essenziali alla città, attività che sta svolgendo senza soluzione di continuità, ed è al fianco dei dipendenti con un accordo che li tutela e scongiura al momento il ricorso agli ammortizzatori sociali. L’accordo è il risultato di un lungo lavoro fatto in questi giorni assieme al direttore generale e ai sindacati, che ringraziamo per la loro collaborazione. La scadenza che ci siamo dati è intanto il 21 aprile, dal momento che gli scenari plausibili ipotizzerebbero una graduale ripresa delle attività dopo questa data. La società esiste e va avanti grazie ai suoi dipendenti. Adesso più che mai è importante lo spirito di squadra”.

L’accordo firmato si somma ad un’altra tutela: l’azienda ha stipulato una polizza assicurativa per tutti i dipendenti che prevede indennità per eventuale ricovero e convalescenza, ma anche garanzie di assistenza post-ricovero, nel caso di contagio da Covid-19. La società, infine, che continua a garantire servizi essenziali, dalle attività legate alla distribuzione metano a quelle della gestione e manutenzione degli impianti di illuminazione, ha prontamente adottato tutte le misure di prevenzione e sicurezza anti-contagio negli ambienti di lavoro, dall’agevolare il lavoro agile per quei dipendenti la cui attività lo consente alla turnazione degli operativi, dalla fornitura di dispositivi di protezione individuale alla costante sanificazione degli ambienti di lavoro.    

Palermo 31 marzo 2020

Questo sito utilizza cookie di navigazione e/o di sessione. Inoltre sono presenti cookie di terze parti permanenti di tipo analytics utilizzati per fini di ottimizzazione del sito e cookie legati alla presenza dei “social plug-in”. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa. Se accedi acconsenti all'uso dei cookie.