guasti illTornano in funzione 18 punti luce lungo la spina spartitraffico di via Cala, nel tratto compreso tra via Francesco Crispi e Foro Umberto I. Le squadre di Amg Energia hanno completato la ricollocazione di nove pali bilampada dell’impianto di illuminazione pubblica, che, danneggiati da incidenti, erano stati rimossi perché pericolosi.

Palermo, 23 dicembre 2013

 

Via del Sagittario, della Vega, delle Pleiadi e piazzale del Dragone

Da stasera in funzione 33 nuovi punti luce

4Trentatré nuovi punti luce nella zona di via dell’Orsa Minore. Si accenderanno stasera i nuovi impianti di illuminazione nelle vie della Vega, del Sagittario e in piazzale del Dragone, realizzati da Amg Energia Spa. Fino ad oggi le strade erano prive di illuminazione: la realizzazione dei nuovi punti luce è stata decisa dall’Amministrazione comunale, che ne ha affidato l’esecuzione ad Amg. Dopo l’installazione del misuratore di energia elettrica, Amg ha definito la posa di cavi e la collocazione delle armature.

I nuovi impianti sono stati realizzati in derivazione. Sono formati complessivamente da trentatré punti luce: venti in via della Vega, via delle Pleiadi e in piazzale del Dragone, tredici in via del Sagittario. Nei punti luce sono state montate lampade al sodio alta pressione da 250 watt, dalla caratteristica luce gialla, che garantiscono risparmio energetico e innalzamento dei livelli luminosi.

“Si conclude finalmente in modo positivo un intervento che da troppi mesi attendeva la definizione - sottolinea il presidente di Amg Energia Spa, Emilio Arcuri -. Tutto questo si è realizzato anche grazie all’attenzione dei cittadini del quartiere e dei loro rappresentanti in consiglio comunale e nel consiglio di circoscrizione che hanno sollecitato più volte e giustamente la chiusura dell’intervento”.

Palermo, 18 dicembre 2013 

Gasometro di via Remo Sandron da riqualificare come auditorium: 

in mostra i progetti degli studenti di Ingegneria edile-Architettura  

imageUno spazio per la musica con auditorium e aree di aggregazione. Il gasometro di via Remo Sandron, costruito nel 1913 ed entrato in funzione nel 1914, in disuso dal 1985, un esempio emblematico di archeologia industriale ormai in disuso, rinasce sotto questa veste nei progetti degli studenti di “Architettura tecnica II con laboratorio” del corso di laurea in Ingegneria Edile-Architettura dell’Università di Palermo. La sua riqualificazione è diventata argomento di studio e tredici progetti, elaborati da sessanta studenti, sono esposti, sino al 6 gennaio, in una mostra nell’area dell’ex officina Amg di via Tiro a Segno (ingresso da piazza Vincenzo Tumminello) assieme a foto d’epoca e antiche apparecchiature di Amg Energia che raccontano la storia del gas a Palermo. 

Ad inaugurare la mostra sono stati il sindaco Leoluca Orlando, il rettore dell’Università di Palermo Roberto Lagalla e il presidente di Amg Energia Spa Emilio Arcuri. Un’occasione per accendere i riflettori sull’ipotesi di riqualificazione della struttura, collocata all’interno di un’area significativa della città, in prossimità del porto e del centro storico, un progetto che sta a cuore ad Amg nella logica del recupero del patrimonio edilizio di archeologia industriale e di un uso contemporaneo degli spazi, ma anche lo spunto per un momento di riflessione sui rapporti tra Amministrazione comunale, società partecipate ed Università, come ha sottolineato il sindaco Leoluca Orlando. “In tempi di crisi le sinergie tra istituzioni – ha detto – tra l’amministrazione comunale, una sua partecipata che ha più di cento anni di storia e l’università servono a dare prospettive di futuro ma anche a lanciare un messaggio ai privati invitandoli a dare il loro contributo”. “Vogliamo restituire quest’area alla fruizione – ha sottolineato il presidente di Amg Energia Emilio Arcuri -. Il lavoro svolto dagli studenti dell’università ha riportato d’attualità un progetto che ci sta a cuore, che rilanciamo guardando anche ad un’ipotesi più ampia che è quella della riqualificazione e del riutilizzo dell’intera area industriale sede dell’ex officina di Amg di via Tiro a Segno, pronta ad aprirsi alla città mentre continua ad ospitare le sue attività e i suoi lavoratori”. “Stiamo lavorando al progetto di collegare quest’area – ha aggiunto il rettore, Roberto Lagalla – che dovrebbe diventare un nuovo e grande polo museale di Palermo, al polo di via Archirafi e all’Orto botanico. L’iniziativa che stiamo presentando ha visto gli studenti coinvolti in una progettualità reale, un’esperienza professionalizzante che è quello a cui deve tendere l’università”. 

Amg ed Università insieme hanno deciso di dedicare, per l’anno accademico 2012-2013, le esercitazioni progettuali dei due insegnamenti di “Architettura tecnica II con laboratorio”, tenuti dal professore ordinario Antonio De Vecchi e dalla professoressa associata Simona Colajanni, proprio alla riqualificazione della struttura.Hanno seguito i due corsi 105 studenti. L’ipotesi scelta è quella di auditorium per la musica con 600 posti, proprio in relazione alla carenza in città di spazi pubblici per la musica, che possano costituire un punto di aggregazione urbana. 

La mostra rimarrà aperta fino a lunedì 6 gennaio, tutti i giorni dalle 9 alle 13 ed il sabato pomeriggio dalle 15.30 alle 17.30.

 

Palermo, 16 dicembre 2013

Foto dell'evento

08Nella seduta di ieri, la Giunta Comunale ha adottato la deliberazione con la quale si è autorizzato l’accensione di un mutuo presso la Cassa Depositi e Prestiti per l’ampliamento della rete di distribuzione del gas metano nelle borgate di Ciaculli e Croceverde.

Immediatamente dopo la formalizzazione dell'atto, gli uffici dell’Area delle Infrastrutture e della Ragioneria Generale hanno già avanzato la formale istanza di mutuo alla Cassa DD.PP.

Il Consiglio Comunale lo scorso 30 novembre approvando il riequilibrio di bilancio (assestamento) aveva stanziato le somme pari ad €. 1.620.000.

Amg Energia S.p.A. ha prontamente consegnato, lo scorso 11 dicembre, agli uffici dell’Amministrazione Comunale lo stralcio del progetto complessivo di ampliamento della rete per realizzare gli 8 Km di nuova metanizzazione.

Le opere verranno realizzate per il tramite di Amg Energia S.p.A., azienda in house del Comune che cura la distribuzione del gas naturale nella città.

La nuova rete si estenderà dall’ingresso dell’autostrada, nei pressi della chiesa di San Ciro-Maredolce attraverserà Ciaculli fino a raggiungere la borgata di Croceverde Giardina.

Dall’apertura del cantiere - giugno 2014, saranno necessari circa 18 mesi di lavori

"Dopo oltre 10 anni dagli ultimi lavori di ampliamento della rete circa 20.000 nostri concittadini, che risiedono nelle due borgate, saranno serviti dal gas naturale per gli usi domestici e per il riscaldamento - dice Emilio Arcuri presidente della partecipata comunale Amg energia - è grazie al lavoro dei tecnici e dei dipendenti dell’azienda ed alla disponibilità del Consiglio comunale e dell’amministrazione attiva che è stato possibile raggiungere questo risultato, che rappresenta la prima tappa del piano di completamento della rete di metano dell’importo complessivo di 24 milioni di euro."

"Grazie ad una importante collaborazione fra tutti i diversi livelli istituzionali e fra l'Amministrazione e l'AMG - sottolinea il Sindaco - è stato possibile portare a buon fine questa iniziativa che permetterà da un lato di aumentare la rete del servizio, con indubbi benefici sia per i cittadini residenti che l'intera collettività e dall'altro renderà possibile mettere a frutto e a servizio della città le competenze e professionalità presenti in AMG."

Zona Perez, da domani intervento straordinario su 104 punti luce

Squadre al lavoro per riparare un guasto di manutenzione ordinaria

pozzettoI tecnici di Amg Energia Spa apriranno domani mattina il cantiere dell’intervento di manutenzione straordinaria che consentirà di ripristinare il funzionamento di 104 punti luce, disattivati per ragioni di sicurezza, nella zona compresa fra via Paolo Emiliani Giudici, via Francesco Paolo Perez, via Carlo Pisacane, via Antonio Marinuzzi, via Vincenzo Errante.

Per ragioni di sicurezza, legate alla presenza di un tratto di cavo che ha perso le condizioni di isolamento, alla fine di giugno è stato disattivato il circuito a cui sono collegati i punti luce. Domani verrà avviato l’intervento straordinario, disposto dal settore Manutenzioni del Comune. Il cantiere verrà aperto in via Maqueda, tra via delle Pergole e via Cesare Battisti, dove si trova il tratto di cavo che dovrà essere sostituito. Intanto è in corso il ripristino del secondo circuito dell’impianto di illuminazione che si è guastato venerdì 13.

Se non ci saranno imprevisti, Amg prevede di riaccendere i punti luce entro la fine della settimana.

Palermo, 16 dicembre 2013

Questo sito utilizza cookie di navigazione e/o di sessione. Inoltre sono presenti cookie di terze parti permanenti di tipo analytics utilizzati per fini di ottimizzazione del sito e cookie legati alla presenza dei “social plug-in”. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa. Se accedi acconsenti all'uso dei cookie.