AMG, riqualificazione energetica dell’Orto Botanico: serra delle piante tropicali riscaldata a metano

AMG ENERGIA SPA

AMG, riqualificazione energetica dell’Orto Botanico: serra delle piante tropicali riscaldata a metano

Una nuova centrale termica a metano, in sostituzione di quella a gasolio, per riscaldare la serra delle piante tropicali dell’Orto Botanico di Via Lincoln.

La riqualificazione energetica, che consentirà di ridurre consumi energetici, costi economici ed emissioni climalteranti, porta la firma di AMG Energia che ha messo in funzione il nuovo impianto.

“Rappresenta una delle tappe del percorso di trasformazione, evoluzione e crescita avviato dalla società – spiega il presidente di AMG Energia, Mario Butera – fatto di azioni in linea con gli obiettivi nazionali di transizione ecologica: AMG ha da poco completato un primo intervento di efficientamento energetico, con lampade led di ultima generazione, dell’illuminazione di alcuni locali del PalaCus, all’interno del complesso sportivo universitario di via Altofonte.

E sono in cantiere altre attività”. “É stato realizzato un intervento che consideriamo centrale e fondamentale nel processo di riqualificazione dell’Orto Botanico, teso ad azzerare l’uso dei combustibili fossili e che proseguirà con l’adozione di nuovi mezzi elettrici – sottolinea il direttore del Sistema Museale di Ateneo, Paolo Inglese – Ringrazio AMG per la professionalità e l’elevata qualità dell’intervento”.  

L’intervento realizzato va inteso come azione di tipo ESCo (Energy Service Company) ossia con la realizzazione di attività che producono efficienza energetica e con investimenti che vengono remunerati in base al risparmio conseguito.

Il Sistema Museale di Ateneo, cui fa capo l’Orto Botanico, si è fatto carico della ristrutturazione del locale dove si trova la caldaia e dell’allacciamento alla rete metano, mentre AMG Energia ha provveduto alla sostituzione della vecchia centrale a gasolio con una nuova centrale termica a metano, con la relativa impiantistica a corredo, stipulando con l’Università un apposito contratto (EPC, energy performance contract) nel quale è stato previsto un livello di rendimento energetico garantito, rispetto a cui vengono commisurati i corrispettivi dovuti.

Per eseguire la riqualificazione dell’impianto di riscaldamento della serra che ospita piante di origine tropicale, dove il range di temperatura va mantenuto sui 18-20 gradi centigradi, AMG Energia ha effettuato una diagnosi energetica, sulla base di sopralluoghi, dati raccolti e di successive valutazioni nella quale è emerso che la soluzione più vantaggiosa in termini di efficienza energetica e di convenienza economica era la conversione della centrale termica a gas naturale al posto di una caldaia a gasolio con evidenti condizioni di vetustà e di usura.

Sono stati considerati anche i benefici dal punto di vista ambientale: il metano è il combustibile più pulito (basse emissioni, assenza di composti solforati e polveri sottili, l’anidride carbonica prodotta dalla sua combustione, a parità di energia utilizzata,  è circa il 30 per cento in meno dei prodotti petroliferi e 40-50 per cento in meno rispetto al carbone), è versatile e costituisce un elemento fondamentale per lo sviluppo sostenibile del tessuto urbano soprattutto in un luogo ad elevata naturalità come l’Orto Botanico.

In questo modo è stata individuata la “baseline”, cioè le condizioni di riferimento di consumi e costi prima dell’intervento, rispetto a cui è stato calcolato e misurato l’obiettivo di risparmio energetico ed economico in base al quale AMG verrà remunerata.

L’intervento comporta per l’Orto Botanico notevoli vantaggi di ordine energetico ed economico (il consumo medio rappresentativo di gasolio è stato stabilito in 4.000 litri all’anno) ma soprattutto ambientale con una riduzione di 4,5 tonnellate equivalenti di anidride carbonica all’anno, eliminazione di inquinanti ed emissioni nocive (ossidi di azoto, anidride solforosa, monossido di carbonio, idrocarburi incombusti, particolato e polveri sottili) e con una convenienza di carattere funzionale, prestazionale, per la continuità di esercizio, ed organizzativo.  

Palermo, 30 dicembre 2021

Data:
30 Dicembre 2021